IT | EN

Gli insegnanti

Gli insegnanti

Primo tra tutti gli insegnanti fu naturalmente Giovanni Maria Rossetti Valentini, che tenne scuola per circa dieci anni.

Nel 1881 venne ufficialmente chiamato ad insegnare Carlo Giuseppe Cavalli, nel 1893 il prof. Pietro Maria Gennari, che tenne la cattedra fino alla sua morte nel 1901.

Anche Enrico Cavalli (figlio di Carlo Giuseppe) aveva concorso per la cattedra, inizialmente non venne approvato, ottenne solo un incarico provvisorio nel 1901 insieme a Dario Giorgis. Enrico si occupava della pittura e Dario del disegno. Nel 1902 divenne insegnante Roberto Sella, e a seguire Dante Comelli.

Nel 1917 finalmente Enrico Cavalli venne nominato insegnante, purtroppo morì due anni dopo e l’incarico fu passato a Dario Giorgis.

Per alcuni anni (a partire dal 1928) a causa dell’inadeguatezza dei mezzi venne sospeso l’insegnamento, ripreso nel 1932-1933 con il torinese Vincenzo Righetti. Dal 1934 al 1937 tenne lezione Giuseppe Giobbi, ma a partire dal 1938 (complice anche l’incombere della guerra) non si trovò un insegnante che tenesse permanentemente la cattedra. Si susseguirono docenti di fortuna, tuttavia dal 1941 al 1945 ottenne la cattedra il pittore Severino Ferraris, e poi Giorgis Francesco (detto Pantona) tra 1945 e 1946. Nonostante i tentativi di riattivare la Scuola da parte di Ferraris, l’ambiente accademico rimase un ricordo e sotto la presidenza di Antonio Gennari si avviarono i corsi estivi.